Posted by Società Italiana Brevetti on 18 novembre 2013

La protezione del materiale biologico: il caso Monsanto

La sentenza della Corte Suprema americana nella causa Bowman – Monsanto ha confermato il principio secondo il quale riprodurre oggetti brevettati è illecito, anche nel caso in cui l’oggetto del brevetto sia un organismo geneticamente modificato.

Ma quale sarebbe stato l’esito del procedimento se esso si fosse svolto dinanzi a un Tribunale europeo?

L’autore Claudio Germinario risponde a questa domanda illustrando le analogie e le differenze fra le norme europee e statunitensi in materia di brevetti in generale, e in materia di brevetti per organismi viventi in particolare.

Leggi l’articolo completo (.pdf, 3M)

Pubblicato originariamente nella rivista Il Diritto Industriale n. 5/2013 edita da IPSOA.

Related posts