Posted by Laura Ercoli on 4 dicembre 2019

Riparte il bando Marchi+3: oltre 3,5 milioni per la registrazione di marchi all’estero

Riapre il 30 marzo 2020 lo sportello del bando Marchi+3, finalizzato ad agevolare la registrazione di marchi UE e marchi internazionali: grazie a un provvedimento di rifinanziamento pubblicato il 3 dicembre 2019 dal Ministero dello Sviluppo Economico sarà possibile presentare nuove domande, e riprenderà l’iter delle domande già presentate che avevano ricevuto un numero di protocollo ma non avevano trovato copertura finanziaria.

Con provvedimento del Ministero dello Sviluppo Economico, pubblicato il 3 dicembre 2019, è stato rifinanziato il bando Marchi+3 per l’agevolazione fino al 90% delle spese sostenute dalle Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI) per registrare marchi all’estero (avviso pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 3 dicembre 2018, n. 281).Marchi+3

Le misure agevolative sono due:

Misura A – registrazione di marchi dell’Unione Europea presso l’Ufficio dell’Unione Europea per la Proprietà Intellettuale

Misura B – registrazione di marchi internazionali presso L’Organizzazione Mondiale per la Proprietà Intellettuale (OMPI)

Per entrambe le misure, l’agevolazione riguarda le spese per l’acquisto di servizi specialistici, ammissibili a contributo soltanto se i servizi sono erogati da consulenti iscritti all’Ordine dei Consulenti in Proprietà Industriale, Avvocati o centri PAT LIB.

 

Chi può presentare domanda

Possono presentare domanda le MPMI che abbiano:

  • sede legale e operativa in Italia;
  • effettuato a decorrere dal 1 giugno 2016 e comunque in data antecedente alla presentazione della domanda di agevolazione, almeno una delle seguenti attività:
    MISURA A
    deposito di domanda registrazione presso l’EUIPO di un marchio e pagamento delle tasse di deposito.
    MISURA B
    – deposito domanda di registrazione presso l’OMPI di un marchio e pagamento delle tasse di deposito;
    – deposito domanda di registrazione presso OMPI di un marchio e pagamento delle tasse di deposito;
    – deposito domanda di designazione successiva di un marchio registrato presso OMPI e pagamento delle tasse di deposito.

La pubblicazione della domanda di registrazione del marchio sul Bollettino dell’EUIPO per la misura A e/o sul registro internazionale dell’OMPI (Romarin) per la Misura B deve essere avvenuta, pena la non ammissibilità della domanda di agevolazione, a decorrere dal 1 giugno 2016 e comunque in data antecedente la presentazione della domanda di agevolazione.

Spese ammissibili e importi massimi

Entrambe le misure ammettono all’agevolazione le spese sostenute per:

  • la progettazione del marchio;
  • l’assistenza per il deposito effettuata da un consulente in proprietà industriale iscritto all’Ordine dei consulenti in proprietà industriale o da un avvocato o centro PATLIB;
  • le ricerche di anteriorità;
  • l’assistenza legale per azioni di tutela del marchio in risposta a opposizioni/rilievi seguenti al deposito della domanda di registrazione.

Tutte le spese, comprese le tasse di deposito, devono essere state sostenute a decorrere dal 1 giugno 2016 e comunque in data antecedente la presentazione della domanda di agevolazione.

Ciascuna impresa può presentare, sia per la Misura A che per la Misura B, più richieste di agevolazione fino al raggiungimento del valore complessivo di 20.000 euro.

 

Oggetto dell’agevolazioneTipologia delle spese ammissibiliEntità dell’agevolazione (Entro il tetto complessivo di 20.000 euro a impresa)

MISURA A

Agevolazione per favorire la registrazione di marchi dell’Unione Europea presso l’EUIPO (Ufficio dell’Unione Europea per la Proprietà Intellettuale).

a.progettazione del marchio

b. assistenza per il deposito

c. Ricerche di anteriorità

d. Assistenza legale per azioni di tutela del marchio in risposta a opposizioni/rilievi seguenti al deposito della domanda di registrazione

e. Tasse di deposito presso EUIPO.

80% delle spese ammissibili sostenute

Importo massimo dell’agevolazione: 6000 euro per ciascuna domanda depositata presso EUIPO.

 

 MISURA B

Agevolazioni per la registrazione di marchi internazionali presso OMPI (Organizzazione Mondiale per la Proprietà Intellettuale).

 a. Progettazione del marchio nazionale/EUIPO

b. Assistenza per il deposito

c. Ricerche di anteriorità

d. Assistenza legale per azioni di tutela del marchio in risposta a opposizioni/rilievi seguenti al deposito della domanda di registrazione

e. Tasse sostenute presso UIMB o EUIPO e presso OMPI per la registrazione internazionale.

80% delle spese ammissibili sostenute

Importo massimo dell’agevolazione:

6000 euro per ciascuna domanda di registrazione di marchio depositata presso OMPI che designi un solo Paese

7000 euro per ciascuna domanda di registrazione di marchio depositata presso OMPI che designi due o più Paesi

90% delle spese ammissibili sostenute nel caso in cui la designazione interessi USA e/o Cina

Importo massimo dell’agevolazione:

7000 euro per ciascuna richiesta relativa a un marchio depositato presso OMPI che designi USA o Cina

8000 euro per ciascuna richiesta relativa a un marchio depositato presso OMPI che designi USA e/o Cina e uno o più Paesi.

 

 

Risorse disponibili

Il Bando Marchi +3 è stato rifinanziato per 3.516.745,92 euro.

 Tempi

Le domande potranno essere presentate a partire dalle ore 9 del 30 marzo 2020 fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

Per saperne di più

Clicca qui per il testo del bando.

Contattaci

Per informazioni e assistenza relative alle procedure del bando, contattaci.

 

Argomenti correlati

Nuovo Bando Brevetti+, oltre 21 milioni per la valorizzazione economica dei brevetti

Bando Disegni+4: 13 milioni alle PMI per la valorizzazione di disegni e modelli

Related posts