Approfondimenti / Nome a dominio

Nome a dominio e marchio

La navigazione in internet è basata sull’uso di indirizzi alfanumerici. Ciò determina un legame inscindibile fra nomi a dominio e marchi, poiché la maggior parte dei marchi costituiti da lettere o numeri possono essere registrati come nomi a dominio (ad esempio www.tuomarchio.it).Nome a dominio

Tutela del marchio su internet

La titolarità di un marchio non conferisce automaticamente la titolarità del corrispondente nome a dominio. Per integrare la tutela del marchio su internet è quindi importante assicurarsi fin da subito la registrazione del nome a dominio corrispondente al marchio nei registri di interesse.

Estensioni e registri

Un nome a dominio è costituito da una serie di caratteri seguita da un punto e da un’estensione. L’estensione è una stringa di caratteri (ad esempio .it, .moda, .gratis) corrispondente al registro nel quale il nome a dominio viene iscritto.

Registri nazionali e regionali

Esistono registri di nomi a dominio nazionali, regionali e generici. Ad esempio, sono registri nazionali i registri .it per l’Italia, .de per la Germania, .fr per la Francia; regionali i registri .eu per l’Unione Europea, .asia per i paesi asiatici.

Registri generici

Vengono chiamati generici (generic Top Level Domains, o gTLD) i registri non legati ad un paese o area geografica. Per molti anni i registri generici disponibili sono stati essenzialmente quelli contraddistinti dalle estensioni .com, .org, .net., .biz, e .info.

A seguito della recente scelta di liberalizzare le richieste di nuovi registri generici, il loro numero è in rapido aumento.

Nomi a dominio registrabili

Generalmente i nomi a dominio registrabili sono costituiti da caratteri alfanumerici. Ogni registro applica regole e limitazioni proprie rispetto al tipo e al numero massimo di caratteri consentiti, nonché al numero di nomi a dominio registrabili da ogni richiedente.

Richiedente

Molti registri generici accettano domande di registrazione di nomi a dominio da qualunque richiedente. Altri, tipicamente i registri nazionali o regionali, accettano richieste di registrazione solo da soggetti con residenza (nel caso di persone fisiche) o con sede (nel caso di imprese od organizzazioni) nel territorio nazionale o regionale.

I nomi a dominio .it e .eu possono essere richiesti dalle persone fisiche residenti, o alle società od organizzazioni che abbiano una sede, in un paese membro dell’Unione Europea oppure in Islanda, Liechtenstein o Norvegia. I nomi a dominio .it possono essere registrati anche da persone fisiche residenti o imprese con sede nella Città del Vaticano, nella Repubblica di San Marino o in Svizzera.

Richiesta di registrazione

La richiesta di registrazione va inoltrata al registro competente tramite appositi organismi accreditati detti registrars.

Esame della domanda

Il registro effettua un esame della domanda limitatamente ai requisiti formali e all’esistenza di una propria registrazione per un nome a dominio assolutamente identico. Non effettua invece alcuna ricerca in relazione a marchi preesistenti identici o simili al nome a dominio richiesto o in relazione a nomi a dominio identici o simili già registrati presso altri registri.

Durata e rinnovo

Le registrazioni di nomi a dominio .it ed .eu hanno durata di un anno, rinnovabile senza limiti di tempo. Gli altri registri hanno regole proprie su durata e rinnovo delle registrazioni.

Diritto non subordinato all’uso

Il diritto al nome a dominio registrato non è subordinato all’uso dello stesso.

Cessione

È possibile effettuare la cessione del nome a dominio in qualsiasi momento. Il nuovo intestatario del nome a dominio dovrà ovviamente possedere i requisiti richiesti dal registro competente.

Procedure di riassegnazione

Esistono procedure, dette procedure di riassegnazione, per il recupero di nomi a dominio gestite da organismi nazionali ed internazionali, che permettono al proprietario di un marchio di ottenere che gli sia trasferita la proprietà del nome a dominio corrispondente registrato abusivamente da terzi. Le procedure di riassegnazione sono disponibili per i registri .eu e .it e per la maggior parte dei registri generici.

Procedure giudiziarie

In Italia, il proprietario di un marchio che desideri impedire l’uso del nome a dominio corrispondente registrato abusivamente da terzi può avviare procedure giudiziarie, indipendentemente dal fatto che sia già stata adita una procedura di riassegnazione.