Posted by Laura Ercoli on 2 gennaio 2017

Bando marchi storici, contributi fino a 120 mila euro a impresa

AGEVOLAZIONI PER LA TUTELA DEI MARCHI
Il bando marchi storici prevede contributi fino a 120 mila euro a impresa per progetti di valorizzazione di marchi depositati prima del 1 gennaio 1967. Fra le attività agevolabili rientrano l’estensione del marchio all’estero, la registrazione del marchio per ulteriori prodotti e servizi, l’assistenza legale in caso di contraffazione, le sorveglianze e le ricerche di anteriorità.

Il Bando per la concessione di agevolazioni alle imprese per la valorizzazione dei marchi la cui domanda di deposito sia antecedente al 1 gennaio 1967, promosso dal Ministero dello Sviluppo Economico, è stato pubblicato il 29 dicembre 2016.

Marchi-storiciObiettivo del bando
Il bando ha la finalità di sostenere i progetti di valorizzazione di marchi storici tramite l’agevolazione di spese per l’acquisto di servizi specialistici esterni e di beni strumentali ad uso produttivo correlati alla realizzazione dei progetti di valorizzazione del marchio.

Caratteristiche dei progetti
I progetti devono riguardare:

  • marchi registrati presso l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (UIBM) o presso l’Ufficio dell’Unione Europea per la Proprietà Intellettuale (EUIPO) con rivendicazione di preesistenza dei marchi registrati presso l’UIBM, che non siano estinti per mancato rinnovo o decadenza, e la cui domanda di primo deposito presso l’UIBM sia antecedente al 1 gennaio 1967, e
  • prodotti/servizi afferenti l’ambito di protezione del marchio stesso, con riferimento alle classi di appartenenza dei prodotti/servizi per le quali è registrato.

Ciascuna impresa può presentare più richieste, ognuna delle quali deve avere ad oggetto un marchio diverso.

I progetti devono prevedere obbligatoriamente una Fase 1 di “Valorizzazione produttiva e commerciale del marchio”, mentre è facoltativa la Fase 2 di “Servizi di supporto al rafforzamento del marchio” fra i quali l’estensione del marchio a livello comunitario e internazionale, la registrazione dello stesso marchio in ulteriori classi di prodotti o servizi, l’assistenza legale contro la contraffazione, le sorveglianze e le ricerche di anteriorità.

Chi può presentare domanda
Possono presentare domanda le medie, piccole e micro imprese che abbiano sede legale e operativa in Italia.

Rientrano nella definizione di medie, piccole e micro imprese le imprese con meno di 250 occupati che abbiano o un fatturato annuo non superiore a 50 milioni di euro, oppure un totale di bilancio annuo non superiore a 43 milioni di euro (definizione di piccola e media impresa di cui alla Raccomandazione 2003/361/CE del 6 Maggio 2003 relativa alla nuova definizione delle microimprese, piccole e medie imprese, recepita a livello nazionale con D.M. del 18 Aprile 2005).

La domanda può essere presentata o dal titolare del marchio oppure dal titolare di un accordo di licenza esclusiva e totale per l’uso del marchio.

Risorse disponibili
Il bando ha una dotazione complessiva di 4,5 milioni di euro.

Entità dei contributi e spese ammissibili
L’importo massimo dell’agevolazione per impresa è di 120 mila euro.

Sono previsti contributi in conto capitale fino a un massimo dell’80% delle spese ammissibili e nel limite degli importi indicati:

FASE 1 – Valorizzazione produttiva e commerciale del marchio: importo massimo 65 mila euro

Importo massimo in euro
Realizzazione di prototipi e stampi40.000
Acquisto di macchinari e attrezzature30.000
Consulenza tecnica finalizzata all’ammodernamento ed efficientamento catena produttiva 15.000
Consulenza specializzata approccio al mercato5.000

FASE 2 – Servizi di supporto al rafforzamento del marchio: importo massimo 15 mila euro

Importo massimo in euro
Consulenza per attività di sorveglianza mondiale
Sorveglianza marchio fino a 3 classi1.000
Sorveglianza marchio oltre 3 classi1.300
Consulenza legale per la tutela da azioni di contraffazione5.000
Consulenza per la realizzazione di ricerche di anteriorità
Ricerca di anteriorità tra i marchi italiani, comunitari e internazionali estesi all’Italia550
Ricerca di anteriorità UE (28 paesi)1.000
Ricerca di anteriorità per ciascun paese non UE800
Tasse di deposito UIBM/EUIPO/OMPIFino all’80% delle spese (entro limiti importo max.)
Assistenza per il deposito300

N.B. le attività di consulenza e assistenza previste per la FASE 2 sono agevolabili solo se svolte da consulenti in proprietà industriale abilitati o da avvocati.

Tempi
Le domande possono essere presentate a partire dalle ore 9 del 4 aprile 2017.

Per saperne di più

Contattaci senza impegno

Related posts