Posted by Laura Ercoli on 22 giugno 2020

Privative comunitarie per varietà vegetali e Brexit

Privative comunitarie per varietà vegetali e Brexit: cosa bisogna sapere per gestire nel migliore dei modi la tutela della varietà vegetale nel periodo di transizione, fra automatismi e nuove domande di privativa nazionale nel Regno Unito.Privative comunitarie per varietà vegetali e Brexit

Tutte le domande di privativa comunitaria per varietà vegetale rilasciate entro il 31 dicembre 2020 (data della fine del periodo di transizione previsto dall’accordo fra l’Unione Europea e il Regno Unito sulla cosiddetta Brexit) verranno automaticamente convertite in privative nazionali per varietà vegetali del Regno Unito.

Questa disposizione non sarà applicata alle domande di privativa comunitaria per varietà vegetale ancora pendenti al 31 dicembre 2020.

Da privativa comunitaria per varietà vegetale a privativa del Regno Unito

La conversione delle domande pendenti avverrà solo dopo la fine del periodo di transizione.

Se si ha la certezza che una domanda comunitaria sarà rilasciata prima del 31 dicembre 2020, non sarà necessario convertirla in una di privativa nazionale del Regno Unito dato che sarà convertita automaticamente una volta rilasciata.

Nel caso in cui non ci sia la certezza che la domanda di privativa comunitaria sia rilasciata prima del 31 dicembre 2020, sarà necessario depositare la corrispondente domanda nazionale del Regno Unito (tale procedura è prevista fin da ora). Non è stato indicato un termine entro il quale si debba effettuare la conversione.

Domande nazionali nel Regno Unito: depositi entro fine 2020 per sfruttare DUS test già effettuati

Nel caso sia necessario depositare una domanda nazionale del Regno Unito corrispondente ad una domanda comunitaria depositata precedentemente al 31 gennaio 2020, le autorità locali accetteranno i risultati delle prove DUS (Distintività, Uniformità e Stabilità) svolte per la domanda comunitaria.

In particolare, non è previsto un termine di per se per depositare una corrispondente domanda del Regno Unito, tuttavia se ci si vuole basare sulle prove DUS svolte per una domanda comunitaria, la data del deposito della domanda presso l’Ufficio Comunitario per le Varietà Vegetali (UCVV) riveste un ruolo importante.

(i) Se una domanda comunitaria è stata depositata prima del 31 gennaio 2020 si potrà depositare una corrispondente domanda nazionale del Regno Unito che utilizzerà le prove DUS della domanda comunitaria purché queste siano state svolte da una stazione di esame ufficialmente riconosciuta.

(ii) Se una domanda comunitaria è stata depositata dopo il 31 gennaio 2020 ed è noto che il Regno Unito può testare la specie, i risultati delle prove DUS della corrispondente domanda comunitaria possono essere acquisiti per la domanda nazionale del Regno Unito.

(iii) Se una domanda comunitaria è stata depositata dopo il 31 gennaio 2020, ma viene confermato che il Regno Unito non può effettuare le prove DUS, i risultati DUS della corrispondente domanda comunitaria possono essere acquisiti per la domanda nazionale del Regno Unito.

(iv) Per ogni nuova domanda di protezione nel Regno Unito o iscrizione alla national list (dove non esista domanda comunitaria corrispondente), nel momento in cui viene confermato che il Regno Unito non può svolgere le prove DUS, l’autorità nazionale del Regno Unito incaricherà un altro ufficio per lo svolgimento dei DUS tests per la domanda nazionale del Regno Unito, in caso non esistano corrispondenti domande in nessun altro paese.

Vale pertanto la pena di valutare se vi siano varietà per le quali si desidera ottenere tutela nel Regno Unito e in Europa e per le quali non è ancora stata depositata una domanda. In questo caso, depositando la domanda prima del 31 dicembre 2020 si potrà fruire delle prove DUS dell’UCVV anche per la fase nazionale del Regno Unito nella maggior parte dei casi.

Per informazioni

Desideri tutelare i diritti di proprietà intellettuale su una varietà vegetale? Contattaci per parlarne con consulenti esperte.

Related posts