Posted by Laura Ercoli on 18 febbraio 2021

Voucher 3i, è semplice: fino a 36 mila euro per valorizzare e brevettare invenzioni nel 2021

Con i voucher 3i una start-up innovativa può spendere nel 2021 fino a 36 mila euro (+IVA) per servizi di consulenza volti a verificare preventivamente la brevettabilità delle invenzioni e depositare domande di brevetto in Italia e all’estero; richiedere e spendere i voucher è semplice, e noi forniamo tutti i servizi acquistabili seguendo la start-up passo per passo.

Cosa sono i voucher 3i

voucher 3i

I voucher 3i (Investire In Innovazione) permettono alle start-up innovative di acquistare nel 2021 servizi di consulenza per verificare la brevettabilità di invenzioni e depositare brevetti in Italia e all’estero. I servizi saranno pagati direttamente tramite il voucher 3i, dunque senza alcun anticipo da parte della start-up innovativa.

Noi siamo uno studio di consulenza brevetti: siamo abilitati a fornire tutti i servizi pagabili tramite voucher 3i, e seguiamo le start-up innovative passo per passo in tutta la procedura.

Chi può richiedere i voucher 3i

Possono richiedere il voucher 3i le start-up innovative di cui al Decreto-Legge 18 ottobre 2012 (convertito con modificazioni con Legge 17 dicembre 2012, n. 221).

Servizi acquistabili e importi dei voucher 3i

  1. a) servizi di consulenza relativi alla verifica della brevettabilità dell’invenzione e alle ricerche di anteriorità preventive: euro 2.000 + IVA;
  2. b) servizi di consulenza relativi alla stesura della domanda di brevetto e di deposito presso l’Ufficio italiano brevetti e marchi: euro 4.000 + IVA;
  3. c) servizi di consulenza relativi al deposito all’estero della domanda nazionale di brevetto: euro 6.000 + IVA.

Importante: il voucher 3i riguarda esclusivamente i servizi di consulenza e non include gli oneri relativi a tasse e diritti relativi al deposito.

Come richiedere i voucher 3i

La domanda deve essere compilata e presentata tramite il sito Invitalia.

La presentazione della domanda è semplice e veloce: consiste nella compilazione di una domanda online e di due moduli sintetici da allegare.

Come funziona

Una volta ricevuta la comunicazione della concessione del voucher, il fornitore incaricato deve erogare il servizio alla start-up entro 120 giorni e inviare fattura a Invitalia che pagherà direttamente il fornitore: una procedura semplice con tempistiche certe.

Tempi

Lo sportello è stato aperto il 15 giugno 2020, le domande possono essere presentate fino a esaurimento delle risorse disponibili. La dotazione finanziaria per il 2021 è di circa 8,5 milioni di euro.

Tasso di accoglimento delle richieste

Dal 15 giugno al 31 dicembre 2020 il tasso di accoglimento delle domande di contributo è stato dell’85%, con 2.307 voucher concessi a fronte di 2.749 richieste.

Per informazioni

Siamo abilitati a fornire tutti i servizi pagabili tramite voucher 3i, e seguiamo le start-up innovative passo per passo in tutta la procedura: contattaci per saperne di più.

Related posts