Posted by Laura Ercoli on 1 agosto 2022

Bando Brevetti+2022 agevolazioni per la valorizzazione economica dei brevetti, sportello aperto dal 27 settembre

Bando Brevetti+2022, domande dal 27 settembre per ottenere le agevolazioni riservate alle MPMI: fino a 140 mila euro a impresa per l’acquisto di servizi per la valorizzazione economica dei brevetti.

Il bando Brevetti+2022 è volto a finanziare i progetti di valorizzazione dei brevetti delle Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI) attraverso la concessione di incentivi per l’acquisto di servizi specialistici.Valorizzare brevetti agevolazioni

Chi può presentare domanda

Possono presentare domanda le MPMI aventi sede legale e operativa in Italia che si trovino in una delle seguenti condizioni:

a) siano titolari di un brevetto italiano (brevetto per invenzione industriale) concesso in Italia successivamente al 1 gennaio 2019, o titolari di una licenza esclusiva di un brevetto italiano trascritta all’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi(UIBM) successivamente al 1 gennaio 2019. In entrambi i casi i brevetti devono essere in regola con i pagamenti delle tasse di mantenimento al momento della presentazione della domanda;

b) siano titolari di una domanda nazionale di brevetto per invenzione industriale depositata successivamente al 1 gennaio 2020 con un rapporto di ricerca con esito “non negativo”;

c) siano titolari di una domanda di brevetto europeo o di una domanda internazionale di brevetto depositata successivamente al 1 gennaio 2019, con il relativo rapporto di ricerca con esito “non negativo”, che rivendichi la priorità di una precedente domanda nazionale di brevetto, purché tale domanda nazionale non sia stata già ammessa alle agevolazioni dei precedenti bandi Brevetti+.

Spese ammissibili

Le agevolazioni sono finalizzate all’acquisto di servizi specialistici nelle aree Progettazione, ingegnerizzazione e industrializzazione, Organizzazione e sviluppo e Trasferimento tecnologico.

Tra le spese ammissibili nell’area del Trasferimento tecnologico segnaliamo i servizi relativi a:

  • predisposizione accordi di segretezza;
  • predisposizione accordi di concessione in licenza del brevetto;
  • contratti di collaborazione tra PMI e istituti di ricerca/università (accordi di ricerca sponsorizzati).

Entità del contributo

È prevista la concessione di un’agevolazione in conto capitale del valore massimo di 140 mila euro. L’agevolazione ha un tetto massimo dell’80% dei costi ammissibili, elevato al 100% per le imprese beneficiarie che al momento della presentazione della domanda siano contitolari – con un Ente Pubblico di Ricerca (Università, Enti di Ricerca e IRCCS) – della domanda di brevetto o di brevetto rilasciato, ovvero titolari di una licenza esclusiva avente per oggetto un brevetto rilasciato a uno dei suddetti Enti pubblici, già trascritta all’UIBM, senza vincoli di estensione territoriali.

Risorse disponibili

Le risorse disponibili per l’attuazione della misura ammontano complessivamente a 30 milioni di euro, di cui 4 milioni destinati alle imprese con sede operativa – in cui sia svolta l’attività principale riconducibile all’ambito del progetto di valorizzazione del brevetto – in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna o Sicilia.

Tempi

Le domande possono essere presentate a partire dalle ore 12:00 del 27 settembre 2022 fino a esaurimento delle risorse.

Per saperne di più

Scarica il testo del bando Brevetti+2022.

Contattaci

Per informazioni e assistenza relative ai nostri servizi agevolabili tramite questo bando contattaci.

 

Contenuti correlati

Flash news – Il bando Marchi+2022 agevola la registrazione di marchi all’estero, domande dal 25 ottobre

Flash news – Bando Disegni+2022 valorizzazione di disegni e modelli, domande a partire dall’11 ottobre

Related posts