Approfondimenti / Cosa è il Tribunale unificato dei brevetti

Cosa è il Tribunale unificato dei brevettiL’istituzione del Tribunale unificato dei brevetti e del Brevetto unitario, che secondo le previsioni diverranno operativi nei primi mesi del 2023, costituisce uno dei cambiamenti più importanti per il sistema del Brevetto europeo dalla sua fondazione nel 1973 a oggi.

Se sei titolare di un brevetto europeo o di una domanda di brevetto europeo, è importante sapere quali effetti tale cambiamento avrà sui tuoi diritti.

Nel seguito troverai alcune informazioni di base, per quesiti specifici contattaci direttamente.

Cosa è il Tribunale unificato dei brevetti?

Il Tribunale unificato dei brevetti è una nuova corte internazionale con giurisdizione sui brevetti unitari e sui brevetti europei.

In particolare, dinanzi al Tribunale unificato dei brevetti è possibile iniziare i seguenti procedimenti:

  • azioni contro violazioni commesse o minacciate
  • domande riconvenzionali di nullità
  • azioni di nullità
  • azioni di risarcimento
  • richieste di misure e ingiunzioni provvisorie e cautelari.

 

Cos’è il Brevetto unitario?

Il Brevetto unitario è un nuovo diritto di brevetto con validità unica in un blocco di 17 stati membri dell’Unione Europea, numero che salirà a 24 (vedi sotto).

Il Brevetto unitario è concesso dall’Ufficio Europeo dei Brevetti tramite le stesse procedure necessarie per il Brevetto europeo fino alla concessione.

Dopo la concessione, il titolare del brevetto ha un mese di tempo per richiedere l’“effetto unitario”, che renderà il brevetto europeo concesso un Brevetto unitario.

Come ottenere un brevetto unitario

 

Per domande o assistenza in merito al Brevetto unitario e al Tribunale unificato dei brevetti, contattaci.

 

Quanti stati sono coperti dal Tribunale unificato dei brevetti e dal Brevetto unitario?

 

Questa cartina mostra tutti gli stati membri del Brevetto europeo.

Il Tribunale unificato dei brevetti e il Brevetto unitario diverranno operativi con 17 stati (colorati in rosso nella cartina): Austria, Belgio, Bulgaria, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Portogallo, Slovenia e Svezia.

7 ulteriori stati (Cipro, Repubblica Ceca, Grecia, Ungheria, Irlanda, Romania e Slovacchia) entreranno a farne parte man mano che completeranno i passi legislativi richiesti.

 

Il Brevetto unitario non sostituisce il Brevetto europeo come lo conosciamo, ma coesiste con il Brevetto europeo e con i brevetti nazionali dei singoli stati europei.

Quando il Brevetto unitario e il Tribunale unificato dei brevetti diverranno operativi, le opzioni percorribili per ottenere tutela brevettuale in Europa corrisponderanno essenzialmente al seguente schema:

Domanda Validità Tasse Giurisdizione
Brevetto unitario Domanda unica. Nessuna designazione di singoli stati. Validità unica in tutti gli stati del Brevetto unitario (inizialmente 17 stati membri dell’Unione Europea, che a regime saliranno a 24). Tassa unica e piatta sia per la domanda che per il mantenimento (l’estensione geografica non può variare). Nessun costo di convalida/traduzione. Tribunale unificato dei brevetti (TUB).
Brevetto europeo Domanda unica, ma richiede la designazione dei singoli stati in cui si desidera la tutela. Validità separata in ciascuno degli stati designati. Obbligatoria la convalida in ciascuno stato designato. Concessione e convalide danno luogo a un fascio di brevetti nazionali separati.

Tassa di domanda e di mantenimento proporzionale al numero di stati designati (l’estensione geografica può variare se nel tempo vengono abbandonate delle designazioni).

Costi di traduzione per gli stati che ne richiedono il deposito ai fini della convalida.

Tribunale unificato dei brevetti negli stati che ne sono membri, tribunali nazionali negli stati di convalida che non sono membri del TUB – SALVO “uscita” (opt-out) del brevetto dalla giurisdizione del TUB, nel qual caso la giurisdizione appartiene ai tribunali nazionali di ciascuno stato di validità del brevetto.
Brevetto nazionale Una domanda per ciascuno stato. Validità limitata a ciascuno stato. Tasse nazionali di ciascuno stato. Tribunale nazionale di ciascuno stato.

Perché un Tribunale unificato dei brevetti?

La tutela brevettuale in Europa è stata fondata, fino a questo momento, sul Brevetto europeo, che non offre una tutela unitaria: è governato dalla Convenzione sul brevetto europeo e dalle leggi nazionali degli stati membri della convenzione stessa, dunque ricade sotto la giurisdizione del tribunale nazionale di ciascuno stato di validità di quel brevetto.

Il Tribunale unificato dei brevetti è stato creato perché potrà emettere sentenze applicabili in tutti gli stati di validità di un Brevetto unitario.

Da notare che il Tribunale unificato dei brevetti avrà giurisdizione anche sui brevetti europei. Tuttavia occorre ricordare che la giurisdizione del Tribunale unificato dei brevetti si estende soltanto ai suoi stati membri (ovvero fino a 24 stati membri dell’Unione Europea).

Di conseguenza, negli stati che non sono membri dell’Accordo sul Tribunale unificato dei brevetti, il brevetto rimarrà sotto la giurisdizione dei tribunali nazionali di tali stati.

E ovviamente anche i brevetti nazionali concessi negli stati europei (partecipanti o meno al Tribunale unificato dei brevetti) continueranno a ricadere sotto la giurisdizione dei tribunali nazionali.

Vantaggi e svantaggi del Brevetto unitario e del Tribunale unificato dei brevetti

Non esistono in assoluto vantaggi o svantaggi relativi al Tribunale unificato dei brevetti e al Brevetto unitario.

L’opportunità offerta dal nuovo sistema europeo multi-livello per la tutela dei brevetti è quella della scelta fra un maggior numero di possibilità nell’attuazione di strategie di deposito e difesa attiva e passiva del brevetto.

L’argomento più forte a sostegno del Brevetto unitario è sempre stato individuato nei costi inferiori per il deposito e il mantenimento in vita del brevetto, ma ovviamente ciò è realistico laddove ci sia un interesse ad ottenere protezione in un numero minimo di stati membri dell’Unione Europea; inoltre il vantaggio dei costi inferiori deve essere valutato caso per caso in vista dei possibili svantaggi, quale il rischio di una revoca centralizzata del brevetto e i costi elevati del contenzioso.

Il vantaggio principale del Tribunale unificato dei brevetti è la giurisdizione unica, che elimina la necessità, in caso di violazione del brevetto, di avviare contenziosi paralleli dinanzi ai tribunali nazionali in una molteplicità di giurisdizioni europee, o quanto meno può ridurre il numero di tali contenziosi.

Lo svantaggio più evidente nel sottoporre un brevetto europeo a un’unica giurisdizione, d’altra parte, è assimilabile al rischio del mettere tutte le uova in un solo paniere: facilita di molto un concorrente intenzionato ad ottenere la nullità del brevetto in tutti, o in ogni caso in diversi, stati di validità in un solo colpo tramite un’unica azione di annullamento.

Un altro rischio importante sono i costi più elevati, e in alcuni casi molto più elevati, dei procedimenti dinanzi al Tribunale unificato dei brevetti rispetto a quelli dinanzi ai tribunali degli stati europei.

 

Giurisdizione del Tribunale unificato dei brevetti

 

 

PRO

 

CONTRO

 

Tramite un unico ricorso è possibile opporsi a tutte le contraffazioni commesse in tutti gli stati aderenti al TUB. Rischio di revoca centralizzata del brevetto.
Le misure e le tutele cautelari sono applicabili in tutti gli stati aderenti. Costi elevati delle cause.
Giudici specializzati. Non copre tutti gli stati che aderiscono al Brevetto europeo.
Velocità nell’emissione delle sentenze. Imprevedibilità delle sentenze per assenza di precedenti.
I primi utenti contribuiranno a indirizzare il sistema.
Costi rimborsabili.

Le maggiori possibilità di scelta e l’aumentata complessità naturalmente portano con sé delle sfide. Questo sarà vero in particolare nella fase iniziale del nuovo sistema: è in questo momento che i titolari di brevetti europei già concessi o di domande di brevetto europeo devono decidere se uscire dalla giurisdizione del Tribunale unificato dei brevetti (cosiddetto opt-out).

Continua a leggere

 

Per domande o assistenza in merito al Brevetto unitario e al Tribunale unificato dei brevetti, contattaci.